RICHIESTA INFORMAZIONI

ORGANIZZAZIONE EVENTI
  Ai sensi dell'art. 23 del D.Lgs. 196/03 acconsento a che i dati da me forniti siano utilizzati da Honegger al fine di sottoporre alla mia attenzione informazioni commerciali relative ai servizi da me richiesti e/o forniti da Honegger

SAUT D'EAU HAITI

SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI
SAUT D'EAU HAITI

Informazioni sul progetto:

Un'iniziativa di solidarietà verso la popolazione di Haiti sconvolta dal terremoto del 2010, si è svolta a Milano nel prestigioso Spazio Gessi. Dopo un concerto al Teatro La Scala, lo spazio ha ospitato una cena sociale il cui ricavato è stato interamente devoluto alla Fondazione Francesca Rava - N.P.H. Italia Onlus per l'Ospedale pediatrico Saint Damien di Haiti. Honegger, in qualità di partner ufficiale dell'evento, ha progettato e realizzato l'allestimento della mostra fotografica che gli invitati hanno potuto ammirare durante la cena.
La mostra HAITI trough the eye del noto fotografo di moda Stefano Guindani è dedicata alle fotografie scattate ad Haiti prima, durante e dopo il terremoto. Le più recenti foto scattate da Guindani ad Haiti, ritraggono suggestivi momenti del rituale cattolico e vudù, Saut d’Eau, che nel mese di luglio spinge migliaia di pellegrini verso le cascate di Sodo', dove, si dice, 150 anni fa sia apparso lo spirito della Vergine Maria. La cerimonia prevede un'abluzione sotto la cascata, in questo modo gli haitiani che praticano il Vudù sperano che Erzulie Dantor, Spirito dell'Acqua, della Maternità e dell'Amore, regali loro un momento di pace e di felicità, allontanando la sofferenza, la fame e la povertà. I cattolici, invece, intendono questo lavaggio rituale come un atto di purificazione e di rinascita.
L'evento di beneficenza è stata voluto dalla Fondazione Francesca Rava - N.P.H. Italia Onlus e resa possibile dalla collaborazione con lo Spazio Gessi e Stefano Guindani. Il ricavato è stato devoluto alla stessa fondazione Francesca Rava e a NPH Italia Onlus.

CONDIVIDI