HONEGGER JOURNAL

EVENTI, MERCATI, INTERNAZIONALIZZAZIONE

STRATEGIE PER IL FUTURO DELLE PMI: EXPORT VERSO GLI USA

Export internazionale
Il 2021 segna l’inizio di una ripresa che, per quanto graduale, andrà piano piano a migliorare la situazione attuale delle imprese italiane. Nonostante il Covid-19 abbia provocato una serie di crisi economiche su scala globale, l’entrata in scena dei vaccini prodotti da Pfizer, Moderna e Astra Zeneca regalano una nuova prospettiva per il futuro. I mercati ora respirano, complice anche il grande cambiamento in ambito politico degli Stati Uniti, con l’elezione a presidente di Joe Biden. Tra le manovre promosse per prime, il rinnovo delle infrastrutture americane e del comparto ambientale, operazioni che richiedono circa 2.000 miliardi di dollari e vedono come protagoniste principali le nostre aziende italiane, in quanto leader sul mercato mondiale per know-how, macchinari, beni industriali e strumenti.

Facendo un passo indietro e analizzando l’andamento dell’export nel 2020, il rapporto di SACE evidenzia una contrazione importante pari a -11,3%. Sempre dalle medesime previsioni, la ripresa inizierà quest’anno per arrivare alla sua completezza nel 2022. Gli Usa giocheranno dunque un ruolo centrale per tutte le aziende italiane, che dovranno prestare molta attenzione agli sviluppi futuri del mercato globale e delle tendenze dell’export.

Appare dunque fondamentale, in questo periodo di stallo, pensare già a quella che possa essere una strategia per il futuro, acquistare consapevolezza e agire. L’arresto di molte attività produttive durante il picco della pandemia deve diventare così un’opportunità, un’occasione per sviluppare nuovi lavori e obiettivi che guardino all’estero e soprattutto al mercato americano. Questo ci permetterà di posizionare fin da subito le aziende del Made in Italy al centro di tutte le relazioni produttive e commerciali internazionali, favorendo il business delle Pmi.

Per poter diffondere al meglio il know-how e l’expertise di un’azienda, non c’è niente di meglio che partecipare ad una fiera internazionale. Quelle dei diversi settori B2B in particolare, vengono concepite per promuovere l’eccellenza della nostra produzione, che nel mondo non ha eguali. Dall’industria all’automotive, passando per il settore agroalimentare, medicale, beauty e lifestyle, la fiera è uno strumento irrinunciabile per farsi conoscere in pochi giorni da un vasto pubblico di visitatori. Così come l’export, anche l’ambito delle manifestazioni internazionali ha subito una battuta d’arresto nel 2020, ma le previsioni per il 2021 e, soprattutto, per il 2022, sono ottimiste. Per poter espandere il proprio raggio d’azione e intraprendere nuovi business, le fiere sono dunque fondamentali: potete vedere qui alcuni degli eventi da noi promossi.

FONTE: Il Giornale delle Pmi

CONDIVIDI

Commenti