HONEGGER JOURNAL

EVENTI, MERCATI, INTERNAZIONALIZZAZIONE

SETTORI INDUSTRIALI ITALIANI: MACCHINARI, PLASTICA, GOMMA, METALLURGIA

Industria dei macchinari - fiera Drupa Foto: Messe Düsseldorf / C. Tillmann

In occasione di questo secondo appuntamento con i settori industriali italiani (nel primo post abbiamo parlato di automazione, retail e anti-infortunistica) tratteremo alcuni campi in cui le piccole e medie imprese del nostro Paese rappresentano l’eccellenza, non solo in Italia ma anche all’estero: macchinari e attrezzature per le lavorazioni industriali, prodotti di gomma e plastica, della metallurgia e del metallo.

SETTORI INDUSTRIALI ITALIANI: MACCHINARI


L’Italia vanta competenze eccezionali nel settore industriale dei macchinari, a tal punto che il nostro Paese si colloca tra i primi posti al mondo per la loro produzione ed esportazione. Design, creatività ed innovazione si uniscono al primato anche nell’assistenza da parte degli stessi produttori e i servizi correlati offerti. Premessa indispensabile per il settore è la tecnologia condivisa: grazie a ciò, le PMI italiane riescono a servire mercati molto eterogenei; il principale rimane da anni quello in Europa, seguito dal Nord America e dai Paesi asiatici emergenti, mentre secondo le previsioni future a svilupparsi sarà soprattutto la domanda del Sud America e dell’Arabia Saudita. Il sito Info Mercati Esteri offre informazioni molto interessanti sui Paesi potenzialmente più propensi a fare business con le PMI italiane. A rappresentare queste ultime è l’associazione Federmacchine, la Federazione Nazionale delle Associazioni dei produttori di beni strumentali per lo svolgimento di processi manifatturieri. I settori sono diversi e vanno dalle macchine per la lavorazione del legno a quelle per i tessili, per il packaging, macchine e materiali per la fonderia, per materie plastiche e gomma e molti altri. Ciascuno di questi settori, a sua volta, è rappresentato da altrettante associazioni specifiche: Acimac; Acimall; Acimga; Acimit; Amafond; Assiot; Assocomaplast; Assoflud; Assomac; Gimav; Confindustria Marmomacchine; Ucima; Ucimu.
Uno dei settori industriali più importanti per l'economia italiana è quello dei macchinari e delle materie prime, tanto che dal 2014 si presenta in crescita costante dopo gli anni di crisi, nel 2008-2009. I dati raccolti da Federmacchine infatti mostrano una crescita costante nel mercato interno e una leggera accelerazione in quello estero, comparto che si presenta dunque come incisivo e rilevante. Caratteristica distintiva del settore industriale è proprio questa forte propensione all’export, che nel 2014 ha raggiunto il 71% del fatturato (Federmacchine).
Ma come si arriva ad esportare i propri prodotti nel modo più efficace possibile? Sicuramente vi è la necessità di essere conosciuti all’estero: per questo le fiere rappresentano lo strumento di business ideale per le PMI italiane. Tra le più importanti per i macchinari ricordiamo Drupa (mercato mondiale dei Print Media, Publishing e Converting); Glasstec (fiera internazionale specializzata per l’industria del vetro); Interpack (fiera internazionale delle tecnologie per il packaging); wire&Tube (manifestazioni per le industrie del cavo, del filo metallico e per la produzione e lavorazione dei tubi).

SETTORI INDUSTRIALI ITALIANI: PRODOTTI DELLA GOMMA E DELLA PLASTICA


Un altro dei settori industriali che rappresenta un punto di forza dell’industria italiana è quello della gomma e della plastica. La Federazione Gomma Plastica è l'associazione rappresentante di categoria che comprende Assogomma e Unionplast. Sono oltre 800 le aziende che si raggruppano nella Federazione, per un totale di oltre 60,000 lavoratori. Plastica e gomma sono settori strategici per l’export italiano, soprattutto per quanto riguarda i prodotti finiti: lastre, fogli, strisce, pellicole e nastri. Complessivamente nel 2014 la filiera della plastica-gomma ha esportato beni per un valore record di 21,7 miliardi di euro. L’evento più importante al mondo per le materie plastiche e per la gomma è la fiera K di Düsseldorf: grazie agli oltre 3,000 espositori presenti è infatti la piattaforma ideale per fare affari e stringere contatti business al più alto livello internazionale.

SETTORI INDUSTRIALI ITALIANI: METALLURGIA E SIDERURGIA


La metallurgia infine è rappresentata dall’associazione Amafond, già compresa e citata in Federmacchine, e Federacciai, che raggruppa le imprese siderurgiche italiane. L’obiettivo principale è dare visibilità al settore, in Italia e all’estero, rafforzando le capacità delle PMI che operano nella siderurgia e nella metallurgia. I prodotti di questo settore industriale in Italia hanno pesato per il 13% dell’export totale nel 2012, con una domanda molto alta proveniente da Usa e Germania. È proprio nel Paese europeo che si svolgono le manifestazioni più importanti del settore, “The Bright World of Metals”: sono le fiere Gifa (fonderia), Metec (metallurgia), Newcast (prodotti di colata) e Thermprocess (forni industriali e processi termici). Le prossime edizioni delle fiere si terranno nel 2019, dal 25 al 29 giugno, mantenendo poi una cadenza quadriennale.

Oltre alla partecipazione e alla presenza attiva sui mercati esteri, è fondamentale per le PMI operanti nei settori industriali delle macchine muoversi in direzione di un’innovazione tecnologica che permetta di mantenere i contatti con le industrie e i professionisti di tutto il mondo.
CONDIVIDI

Commenti