HONEGGER JOURNAL

EVENTI, MERCATI, INTERNAZIONALIZZAZIONE

SAVE FOOD E INTERPACK: INIZIA DAL PACKAGING IL RISPARMIO DELLE RISORSE

Save Food Congress 7-5-2014 photo by Messe Duesseldorf

Un terzo del cibo prodotto ogni anno nel mondo, viene buttato o sprecato. Tale quantità basterebbe a soddisfare la domanda alimentare a livello mondiale. Ecco perché è nato Save Food, un progetto al quale honegger ha aderito tempo fa insieme ad importanti rappresentanti dell’industria mondiale, della politica e organizzazioni sia pubbliche che private. Questo progetto vuole promuovere un dialogo multidisciplinare, oltre che instaurare un dibattito che generi interesse e consapevolezza tra i diversi interlocutori sulla necessità del risparmio e dell’attenzione allo spreco di cibo. “Dal campo alla forchetta”, tutti sono coinvolti in primo piano. Sono moltissime le istituzioni e le associazioni coinvolte come main partner del progetto, nato nel 2011: FAO (Food and Agriculture Organization); UNEP (United Nations Environment Programme); Messe Düsseldorf (in particolare, la fiera Interpack sull’imballaggio).

SAVE FOOD: CHE COS'È E COME OPERA


Gli obiettivi che Save Food si propone di perseguire sono molteplici: sconfiggere la fame nel mondo risanando alcune cattive abitudini strutturali; ottimizzare le tecniche di coltivazione agricola, con nuove metodologie mirate alla sostenibilità e alla riduzione degli sprechi, introdurre queste metodologie anche nel mondo dell’industria agroalimentare. Dalla produzione alla promozione: Save Food è impegnata nell’incentivare un utilizzo più responsabile del packaging e delle tecnologie ad esso connesse; aiuta i retailer nell’ottimizzazione degli assortimenti, nell’organizzazione della loro logistica e nel processo di riciclo, riducendo così qualsiasi spreco.

Il cambiamento più significativo consiste tuttavia nel modificare l’atteggiamento di ciascun individuo verso il cibo: un aumento del rispetto e della consapevolezza di ciò che esso rappresenta sarà utile per migliorare la condizione di vita di molte persone. Lo spreco di cibo è infatti uno dei problemi più urgenti per l’umanità e per questo il tema dovrebbe rientrare nei punti principali della politica di ogni Paese. Save Food promuove costantemente importanti meeting, studi e progetti nel mondo, che hanno come obiettivi il risparmio del cibo e una crescita nella consapevolezza del suo consumo; obiettivi che devono per forza passare dal cambiamento comportamentale di ciascuno di noi. Troppo spesso si sprecano risorse che risulterebbero preziosissime se impiegate in altro modo.

Save Food packaging


SAVE FOOD E IL PACKAGING: DA QUI PARTE IL RISPARMIO


Uno tra i settori più coinvolti è quello dell’imballaggio: è dal packaging infatti che partono gli spunti per una migliore conservazione del cibo, che risulta cruciale. Save Food ha condotto uno studio sul potenziale di tale settore nel risparmio alimentare nei Paesi in via di sviluppo, analizzando la situazione attuale. Il volume di produzione del settore agricolo è molto alto e ciò costituisce il maggior punto di forza per l’industria alimentare; viceversa, una grande debolezza risiede nel fatto che l’industria dell’imballaggio non investe a sufficienza nel proporre soluzioni di packaging efficaci per garantire che tali volumi produttivi non vadano poi persi rapidamente a causa della mancata conservazione. Sostanzialmente manca la qualità. La domanda per il packaging è molto alta nei Paesi in via di sviluppo: c’è però anche la necessità di rendere coerente anche le politiche di ciascuno Stato, affinché si acquisisca più sensibilità nell’ambito del risparmio di cibo e di conseguenza anche per l’imballaggio.

Il 2015 è stato un anno importantissimo per Save Food e per il packaging: i sei mesi di Expo infatti hanno messo in luce il tema dell’alimentazione nel mondo, aumentando la consapevolezza di milioni di persone e attirando l’interesse verso questo argomento. Diverse sono le considerazioni che si possono fare in tema di imballaggio, in base al Paese di riferimento. In Italia, ad esempio, il mercato del packaging ha generato un fatturato di 15,6 miliardi di euro nel 2014, aumentando dell’1,3%. I settori più interessati sono stati quello del Food&Beverage, Salute e Bellezza e Farmaceutico. Plastica, cartone, carta e metallo sono i materiali più utilizzati per il packaging. La certezza è che in tutti i Paesi la domanda per il settore dell’imballaggio sia in crescita, soprattutto per quanto riguarda l’agroalimentare: le innovazioni e i miglioramenti per la conservazione del cibo sono sempre più frequenti e ciò richiede un aggiornamento continuo anche da parte dei produttori.


SAVE FOOD E INTERPACK: APPUNTAMENTI IMPERDIBILI PER L'INDUSTRIA DELL'IMBALLAGGIO


Interpack rappresenta un punto d’incontro fondamentale per le aziende produttrici di macchine e dispositivi da imballaggio, produttori di materiali e strumenti accessori per l’imballaggio, macchine e impianti per la produzione dolciaria, produttori di macchine e impianti per prodotti da forno e altri alimenti. L’ultima edizione della fiera si è tenuta nel 2014: 175,000 visitatori provenienti da tutto il mondo si sono recati presso il comprensorio Messe Düsseldorf, dove oltre 2,700 aziende espositrici hanno presentato i loro nuovi prodotti. Professionisti provenienti dal settore Food&Beverage, dall’industria del confezionamento, dolciaria e della panificazione oltre che farmaceutica e della cosmetica concordano sull’enorme importanza di questo appuntamento triennale. Sono infatti l’industria del packaging e i prodotti da essa sviluppati ad offrire un approccio concreto per risolvere i problemi legati allo spreco di cibo.

Interpack, il salone di riferimento a livello internazionale per il packaging, rappresenta per le aziende italiane, un’occasione imperdibile per presentarsi al mondo con soluzioni produttive mirate alla sostenibilità e alla riduzione degli sprechi. La prossima edizione di Interpack, che si terrà nel 2017 dal 4 al 10 Maggio, ha il termine ultimo d’iscrizione fissato per il 29 Febbraio 2016. La maggior parte delle aziende interessate si è già registrata, per non perdere l’occasione iscriviti online.
CONDIVIDI

Commenti