HONEGGER JOURNAL

EVENTI, MERCATI, INTERNAZIONALIZZAZIONE

MARKETING ONLINE: LE 5 STRATEGIE PER LE PMI

Non molto tempo fa ci siamo occupati di un argomento molto importante per le Pmi: quali strategie di marketing adottare per avere una presenza sempre più efficace sul mercato, sia nazionale che internazionale. In particolare, un punto riguardava gli investimenti da sostenere nel campo della comunicazione, online e offline. Per sostenere un business di livello mondiale infatti, internet appare tutt’oggi lo strumento più adatto, quello attraverso cui il messaggio delle aziende viene veicolato e reso noto anche a migliaia di chilometri di distanza. Ma come si può organizzare una comunicazione strutturata a livello web? Ecco qualche semplice mossa per il marketing online, da attuare per le imprese che operano nel settore B2B (e non solo), ben chiarite dal sito effettodomino.social.

SOCIAL MEDIA ENGAGEMENT


Engagement significa coinvolgimento attivo dell’utente/cliente, punto fondamentale per qualsiasi strategia di comunicazione online. La presenza sui diversi canali social da parte di un’azienda è importante, ma lo è ancora di più valutare quale sia il mezzo più efficace per i propri messaggi. Tra Facebook, Twitter, LinkedIn, GooglePlus, Instagram, Pinterest…non manca la possibilità di scelta. Utilizzare i social media in modo frequente permette di attirare l’attenzione degli utenti e di entrare anche in contatto con potenziali nuovi clienti. Dietro alla pubblicazione assidua dovrà però esserci sempre una strategia di marketing ben precisa.

LINKEDIN


LinkedIn è il canale principale per le aziende che operano nel B2B e hanno la necessità di trovare sempre nuovi contatti. Nato come un social per cercare i colleghi o un nuovo lavoro, oggi LinkedIn grazie alle sue funzioni evolute di lead generation permette una visibilità nuova agli utenti che dimostrano di saper creare contenuti utili e di qualità, dal singolo post agli articoli più dettagliati. Nel B2B l’80% dei contatti generati provengono proprio da LinkedIn, mentre solo il 12,7% da Twitter e il 6% da Facebook. Si valuti quindi in modo attento quale sarà il canale da utilizzare per il proprio business!

QUALITÀ DEI CONTENUTI E PERSONALIZZAZIONE


Consiglio forse scontato, ma non troppo: un’impresa dimostra la sua competenza anche attraverso la comunicazione online fatta da contenuti pertinenti e di qualità, sempre studiati e mai fuori luogo. I contenuti mirati costituiscono un fattore importante per la costruzione della reputazione aziendale su internet. L’esclusività dei messaggi creati si deve accompagnare ad una unicità riconosciuta anche del cliente, che si sente in questo modo gratificato; per personalizzare un contenuto esistono diversi modi: dall’email alla landing page, fino ai soliti canali social.

EMAIL MARKETING


Quale strumento migliore di un’email chiara, precisa e diretta all’interessato per una buona strategia di marketing? Inviare un messaggio di posta elettronica offre alcune garanzie all’azienda, tra cui la certezza che il destinatario riceverà la comunicazione mirata (la quale non si perderà nel mare magnum dei messaggi social). Attraverso l’email si possono informare i clienti già acquisiti di iniziative particolari, vendite o lanci di nuovi prodotti; si può altresì raggiungere dei potenziali nuovi partner di business, grazie ad un messaggio chiaro che riassuma l’attività e l’offerta che l’impresa intende fare.

OTTIMIZZAZIONE DEL SITO WEB PER MOBILE


Questo ultimo punto è diventato di particolare interesse soprattutto negli ultimi anni, con l’avvento degli smartphone che spesso e volentieri prolungano l’orario di lavoro ed estendono la possibilità di essere raggiunti ovunque. Ragion per cui il sito web diventa un veicolo fondamentale di comunicazione e deve essere assolutamente ottimizzato per una fruizione da cellulare (o tablet). Una cattiva ottimizzazione o dei tempi di caricamento eccessivamente lunghi infatti fanno perdere l’interesse dell’utente nel giro di pochissimi secondi. Inoltre, un dato certo è che il volume di traffico generato dagli smartphone e dai tablet guadagna sempre più posizioni a discapito del computer fisso dell’ufficio: lo stesso Google nel 2015 ha dichiarato che vengono fatte più ricerche da Mobile che da postazioni fisse.
CONDIVIDI

Commenti