HONEGGER JOURNAL

EVENTI, MERCATI, INTERNAZIONALIZZAZIONE

FIERA K, EVENTO LEADER PER LA PLASTICA E LA GOMMA CON NUMERI RECORD

Ingresso fiera K Photo: Messe Düsseldorf/ctillmann

La fiera K, evento leader a livello mondiale per le materie plastiche e la gomma, si è conclusa ieri. Per più di una settimana, presso il comprensorio fieristico di Messe Düsseldorf, gli addetti ai lavori hanno partecipato ad appuntamenti, convegni, conferenze e business meeting nei padiglioni affollati: numeri da record quelli dell’edizione 2016, che contano oltre 3.000 espositori e più di 230.000 visitatori. L’interesse suscitato dai settori di gomma e plastica è dunque molto alto, a dispetto della crisi globale: qui di seguito i momenti salienti della manifestazione.

La fiera K è iniziata il 19 ottobre con un discorso di apertura tenuto dal CEO di Messe Düsseldorf, Werner M. Dornscheidt, durante la presentazione dell’evento speciale “Plastics Shape the Future”, nel padiglione 6. Tale evento, che si è protratto per tutti gli otto giorni di manifestazione, si è focalizzato soprattutto sul futuro della lavorazione della plastica, materiale tanto importante nella vita di tutti i giorni quanto potenzialmente inquinante: i progetti di domani potranno migliorare i prodotti di oggi. Collegato al tema della ricerca, il Science Campus nel padiglione 7 ha visto come protagonisti gli studiosi di istituti, università e scuole, i quali hanno dato un importante contributo alla ricerca fatta dalle industrie del settore: un grande momento di confronto e di unione di idee ed opinioni, che porterà sicuramente alle migliori soluzioni di produzione possibile.
Inoltre, per consentire un aggiornamento in tempo reale sulla fiera, il magazine K-Aktuell è stato di grande utilità per tutti gli eventi in programma. Al termine della giornata, gli organizzatori hanno accolto i pareri di espositori e visitatori, provenienti da tutto il mondo: Paesi Bassi, Sud Africa, Spagna, Italia, Turchia, Quwait, Egitto, India, Stati Uniti… Tutti si sono dichiarati molto soddisfatti, enfatizzando soprattutto il miglioramento che la fiera K ha avuto negli ultimi dieci anni grazie alle nuove tecnologie. L’opinione è unanime: bisogna esserci, perché K è La Manifestazione, dove si incontrano clienti e colleghi, dove si discute di affari, dove ci si aggiorna sugli ultimi macchinari e modalità di lavorazione di plastica e gomma.

Non sono mancati eventi speciali, inusuali per una fiera dal taglio prettamente business: le aziende talvolta hanno puntato sull’originalità esponendo di tutto, da una particolare macchina che sfruttando aria calda produce popcorn, fino alla borsa con pannelli solari incorporati, per un’energia pulita e rinnovabile e al robot in grado di servire drink. Originale anche la progettazione della sfilata di moda da parte della Southampton Solent University, nella quale le modelle hanno indossato abiti prodotti esclusivamente con la plastica.

Una nota positiva per il nostro Paese arriva da Patrick Thomas, CEO dell’azienda Covestro. Come riporta il sito web Polimerica, durante un incontro stampa in fiera, Patrick Thomas ha parlato di raccolta differenziata e della possibilità di utilizzare bioplastiche per la gestione sostenibile dei rifiuti plastici. La città di Milano è poi stata elogiata come tra le metropoli più virtuose in Europa – seconda solo a Vienna – per la capacità di effettuare la raccolta differenziata e riciclare i diversi materiali. Un onore quindi per il capoluogo lombardo, che ha come obiettivo un miglioramento di tale posizione per il 2020. Il magazine online ha inoltre fornito un resoconto della fiera preciso e puntuale, consultabile a questo link.

E voi cosa ne pensate della manifestazione? Vi è piaciuta? Potete lasciare la vostra opinione sul sito FairAdvisor.com, portale di recensioni fieristiche. Se state già pensando ad una prossima partecipazione, vi informiamo che le date della prossima K sono le seguenti: 16-23 ottobre 2019. Non è mai troppo presto però per contattarci e chiedere informazioni a riguardo: non esitate a farlo!

CONDIVIDI

Commenti