HONEGGER JOURNAL

EVENTI, MERCATI, INTERNAZIONALIZZAZIONE

LAVORO, SICUREZZA E SOSTENIBILITÀ: A+A È LA FIERA DEI RECORD

Fiera A+A ingresso Düsseldorf Foto: Messe Düsseldorf/ctillmann

La fiera A+A, insieme al Congresso Internazionale per la sicurezza e la medicina del lavoro, è l'evento più grande ed importante al mondo per quanto riguarda tale settore. La manifestazione, che si è svolta a Düsseldorf dal 5 all'8 novembre, è stata un enorme successo. Con 2.121 espositori provenienti da 63 nazioni, che per la prima volta occupano più di 78.000 metri quadrati in dieci padiglioni espositivi e oltre 73.000 visitatori professionali, di cui uno su due provenienti dall'estero, la prima fiera al mondo per la sicurezza e la salute sul lavoro ha ottenuto risultati record in tutte le aree espositive.

SOSTENIBILITÀ AD A+A: LA BASE PER UN BUON LAVORO


La sostenibilità si è dimostrata un elemento chiave per tutti i temi trattati durante A+A. Non solo nei nuovi ambiti della fiera ma in ogni campo, a partire dalle conferenze dal titolo "Produzione tessile sostenibile" o "Equità nelle catene di fornitura globale", tematiche che in futuro saranno ulteriormente ampliate. L’esigenza principale al giorno d’oggi è quella di avere una formazione e una cultura di tipo olistico riguardo alla prevenzione, a cui si aggiunge per la prima volta proprio la sostenibilità come collegamento: tutto ciò va a costituire la base per un posto di lavoro sicuro e che garantisca la salute del lavoratore. "Sono rimasto impressionato da come il nostro motto - People Matter - si sia concretizzato nella pratica ad A+A negli ultimi quattro giorni", afferma Wolfram Diener, amministratore delegato della Messe Düsseldorf GmbH, alla fine della fiera internazionale. "Chi è alla ricerca di soluzioni per affrontare i cambiamenti attuali ormai irreversibili nel mondo del lavoro – riguardino essi la digitalizzazione o i cambiamenti demografici – potrà trovare a Düsseldorf tutto ciò di cui ha bisogno.”

IL FUTURO DEL LAVORO AD A+A


A conferma di quanto detto poco sopra parlano i fatti: le novità presentate dagli espositori e l'ampia offerta di eventi collaterali con sette Special Show e conferenze di esperti hanno coperto tutti gli aspetti di una cultura olistica della prevenzione - dalla gestione della salute aziendale, alla protezione personale, fino alla progettazione dei luoghi di lavoro. Da non dimenticare infine le innovazioni per la digitalizzazione del mondo del lavoro, tanto più che l'industria utilizza in modo sempre più diffuso le nuove possibilità offerte dalla tecnologia. A dimostrazione di ciò, sono state portate in mostra alcune esposizioni digitali, in particolare lungo la "Highlight Route on the Future of Work" e nella nuova zona START-UP. Tra le nuove proposte delle aziende, troviamo teorie per gli usi pratici della robotica collaborativa (Cobot) o esoscheletri, ma anche soluzioni intelligenti per la protezione personale: app per la gestione delle sostanze pericolose e di formazione sulla Realtà Virtuale e indumenti da lavoro interattivi, solo per citarne alcune.

I VISITATORI DI A+A


La portata internazionale di A+A riflette la necessità globale di un buon lavoro, esercitato sempre in sicurezza. La salute dei dipendenti è un obiettivo globale, prova ne è il fatto che i visitatori della fiera siano sempre più stranieri, provenienti da 137 Paesi. Analogamente, la quota altrettanto elevata di espositori internazionali ha rispecchiato tale interesse per la sicurezza e la salute sul posto di lavoro. Non c'è da stupirsi se il 70% circa dei 2.121 espositori A+A - dalle start-up ai global player - provenga dall'estero: dall'Australia, dalla Cina, dalla Russia, dalla Tailandia e dall'India a tutta Europa e al Sudafrica, senza dimenticare Brasile e Stati Uniti.

IL SETTORE PIÙ IMPORTANTE AD A+A


I dispositivi di protezione personale continuano a crescere. Un segmento che beneficia della crescente consapevolezza a livello globale per tutti i temi che ruotano attorno alla sicurezza sul lavoro è il settore dei Dispositivi di Protezione Individuale – l’area più tradizionale di A+A, nonché la più estesa, con oltre 1.100 espositori nel 2019. Secondo uno studio in corso sul mercato tedesco dei DPI, il volume del mercato dei DPI in Germania è passato da 1,92 miliardi di euro nel 2016 a 2,23 miliardi di euro nel 2018. "Il mercato dei DPI continua a trarre profitto dalla crescente disponibilità delle aziende a proteggere ed educare meglio i propri dipendenti", afferma Birgit Horn, direttore di A+A 2019. "Di conseguenza, i produttori e i fornitori di DPI si propongono sempre più spesso come partner di consulenza strategica con soluzioni globali". Altri fattori che favoriscono le vendite di DPI sono il crescente numero di lavoratori oltre una certa età, per i quali il mercato offre sempre più soluzioni, l'implementazione di moderni sistemi di assistenza nella produzione, il crescente interesse per le condizioni sociali ed ecologiche di produzione e lo sviluppo di concetti di smaltimento dei dispositivi di protezione.

Le tematiche della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro sono sempre più importanti, suscitano un interesse crescente e sono in continua evoluzione a causa della trasformazione tecnologica che sta permeando tutti i settori lavorativi. La prossima edizione di A+A si svolgerà dal 26 al 29 ottobre 2021 presso Messe Düsseldorf; qualora foste interessati ad esplorare mercati diversi, sempre in ambito sicurezza sul lavoro, non esitate a contattarci.
CONDIVIDI

Commenti