HONEGGER JOURNAL

EVENTI, MERCATI, INTERNAZIONALIZZAZIONE

VIETNAM, NUOVI ACCORDI PER PMI CHE DESIDERANO INVESTIRE

Ho Chi Minh City view Foto: Wikipedia/CC BY-SA 3.0

Investire in Oriente sta diventando sempre più semplice per le nostre Pmi, grazie alle agevolazioni economiche offerte da molti Stati asiatici. Qualche tempo fa ci eravamo occupati di Singapore, uno dei Paesi più avanti in termini di sviluppo dei rapporti con l’Occidente (e con l’Italia in particolare). Oggi è il Vietnam ad interessarci, soprattutto in seguito alla nuova “missione di sistema” organizzata da Confindustria, Ice e altre entità, promossa inoltre dal Ministero dello Sviluppo Economico e degli Esteri. I settori considerati strategici per la missione del sistema Italia-Vietnam sono tre: infrastrutture e trasporti, energie rinnovabili e green technologies; a partecipare 53 aziende, 6 associazioni industriali e di categoria, 4 istituti bancari.

VIETNAM: LA SITUAZIONE ECONOMICA DEL PAESE


Il Vietnam rappresenta uno dei Paesi più dinamici dell’area Asean, insieme a Singapore, Hong Kong e Taiwan. Questo grazie ai suoi punti di forza quali il sistema industriale fondato sulle Pmi, la politica attrattiva in tema di investimenti esteri, gli obiettivi in più settori industriali, l’espansione di una classe media facoltosa e particolarmente sensibile al prodotto Made in Italy. Lo sviluppo delle tecnologie e il miglioramento delle infrastrutture offrono alle aziende italiane che desiderano investire in Vietnam un’opportunità unica: l’accordo di libero scambio Eu-Vietnam serve ad espandere la già esistente cooperazione, mentre le imprese del nostro Paese sono sempre più sinonimo di alta qualità e tecnologia di prodotto. Le previsioni di crescita dei consumi sono del 6,3% per il 2017. Permangono alcune difficoltà di base, quali la corruzione e il ruolo “esagerato” delle imprese statali, la scarsa competitività delle Pmi e un livello di debito pubblico crescente.

COOPERAZIONE VIETNAM-ITALIA


I rapporti tra il nostro Paese e il Vietnam sono ottimi, mai stati così positivi. In questo clima di distensione nascono nuove opportunità di business e di investimenti non solo sul piano economico, ma anche nei settori scientifici e degli scambi culturali. Il quadro macro economico rimane comunque il protagonista, e non deve sfuggire alle imprese che il Vietnam è destinatario di progetti di cooperazione agevolata. La World Bank conferma nel suo ultimo rapporto che il Paese asiatico è una storia di sviluppo con successo, promossa anche dalla International Development Association (IDA).

FIERE IN VIETNAM E SETTORI DI ECCELLENZA


È bene non dimenticarsi in ogni caso che la cooperazione passa anche attraverso settori più tradizionali: l’eccellenza del Made in Italy e la sua grande qualità sono conosciute prima di tutto in ambito industriale, dalla plastica alla gomma, passando per la meccanica. Sono moltissime le aziende che hanno già iniziato un percorso di dialogo e scambio economico con il Vietnam, agevolato anche dall’organizzazione di fiere specifiche presso Hanoi e Ho Chi Min City: in quest’ultima, nel 2018 si svolgerà Plastic&Rubber, dedicata alle macchine per le industrie di plastica e gomma.

Fonte: ilsore24ore.com
CONDIVIDI

Commenti